Fiesta de la vendimia – Manilva
Sabato 2 Settembre.

Manilva celebra il più antico e tradizionale del suo festival, la sagra dell’uva che riempie le strade durante il primo fine settimana del mese di settembre. In cui il più caratteristico è l’uva per estrarre il primo mosto di uva per vino dell’anno, che poi è offerto ai visitatori e amici per la degustazione del vino. Si è celebrato nella città di Manilva, in coincidenza con la fine della raccolta delle uve.

• Le festività tipiche di cominciare la vendemmia già nella giornata di venerdì, con eventi culturali e folkloristici. Dalle dieci di sera si svolge il tradizionale Festival di Flamenco Villa de Manilva.

• Il sabato, la prima cosa al mattino, c’è un charanga, che attraversa le strade del nucleo di Manilva, che annuncia la tanto attesa festa. Nel pomeriggio, la santa messa in onore della Madonna Addolorata.

• Domenica grande giornata di questa annata inizia con una massa rociera, dando il suo ringraziamento per il raccolto ottenuto. La serata continua con la corsa dei partecipanti del dressage. Quindi procesiona l’immagine della Madonna Addolorata, a cui il protettore dei vigneti riversare la sua benedizione sui campi. La corsa del cavaliere farti godere per le persone che affollavano il luogo. Alla fine arriva il più atteso, quando i contadini prendere in plaza de la Vendimia il primo brodo delle nostre uve. La festa continua fino a notte fonda.

Fiesta del ajo blanco – Almachar
Sabato 2 Settembre.

Il comune di Almáchar organizza ogni anno il festival gastronomico, piatto tipico di questa città di malaga, che è una Festa di Interesse Turistico Nazionale. E come c’è così tanto amore per il flamenco in Almáchar, con un rock molto attiva e partecipativa, lavorando a stretto contatto con il consiglio organizza un festival di flamenco con l’occasione della Festa di Ajoblanco a Almáchar dal 1968.
Regionale danze, cori, musica folk, verdiales e, naturalmente, la Noche Flamenca di Ajoblanco, un appuntamento più di flamenco a Malaga.
Fiesta de la vendimia – Mollina
Dall ‘ 8 al 10 settembre.

Mollina celebra il Raccolto, il frutto del lavoro di gente che ha come protagonista il vino, con degustazioni e abbinamenti con i cibi. In questi giorni si può godere di laboratori di iniziazione alla degustazione, e un macro-degustazione di vini. Essi, inoltre, svolgere attività di canto e di ballo, c’è un mercato di prodotti artigianali, di razza, di nastro, fiera del cavallo di giorno, e danze di notte.

Questa festa ha la sua origine nella famosa celebrazione dell’equinozio, che è venuto a celebrare la vendemmia dell’uva, raccolto, in provincia di Malaga, che risale ai tempi dei fenici.

Festival de la Luna mora de Guaro.
8 Settembre – 9 Settembre 2017.

I giorni 8 e 9 settembre 2017 si terrà il XXI Festival della Luna Mora del Guaro

In questi giorni, il villaggio di Guaro diventa un punto di incontro per la musica e la cultura di al-andalus, in cui sarà installato nelle strade, nelle piazze e vie del Souk tradizionale, Artigiani. Con la sola illuminazione della luce di oltre 25.000 candele, distribuito dalla città vecchia, la musica arabo-andalusa-sefardita assume le strade e le piazze di questa città.

La programmazione sarà caratterizzato da attività come sfilate, workshop, mostre, narrazione, souk, artigianali e gastronomiche, … per tutti i urbano casco del comune illuminato con migliaia di candele, che come sempre ci siamo trasferiti di nuovo al nostro passato di al-andalus. Ci sarà anche una grande
i concerti che si sono tenuti come negli anni precedenti, nell’Auditorium della Luna Mora”.
Programmazione:

http://guaro.es/lunamoraguaro/programacion.php

Embrujo Andalusí – Carratraca
Dall ‘ 8 al 10 settembre.

Festival dalle sue Origini
Questo festival, nato a CARRATRACA, dell’anno 1997. Gli organizzatori hanno pensato di nella nostra città, perché è un luogo ideale per questo tipo di evento, in cui si mescolano le culture, arabi e cristiani, dando modo alla cultura di al-Andalus.

Il nostro più recente tradizione, si è fusa con le radici più profonde di Al-Andalus, e la tolleranza tra culture esistenti in entrambi i tempi, ha dato luogo a venti anni fa per la nascita di questo evento.

Questo Festival si propone di accrescere la consapevolezza dell’eredità culturale di al-Andalus, nel ricordo di coesistenza nel corso di diversi secoli, nel medioevo, e per spostare il visitatore al passato. Il souk, la vita, economica, culturale del tempo, che ricrea un mercato medievale, dove il visitatore sarà in grado di godere le attività si sono sviluppate: Mostre, artigianato, laboratori, teatro, danze, racconti, sfilate…..

La danza, la musica andalusa, e il flamenco, dare un tocco speciale alle notti di magia, raggiunse il culmine quando la villa è illuminata con la luce di 25.000 candele e torce.

L’Auditorium è Naturale che Carratraca ha per la celebrazione dei concerti, è situato ai piedi della Sierra, scavata nella roccia, simile a un anfiteatro romano, con un’acustica spettacolare, provocando lo stupore dei professionisti, nell’agire e gli assistenti di tali atti, diventando un luogo unico per tutti gli eventi culturali organizzati in città.

L’organizzazione del festival ha un impegno con la prima edizione, per la diffusione e la promozione del patrimonio storico andaluso attraverso la Musica, la Danza, l’artigianato, l’Arte, la gastronomia, laboratori, approfondendo le radici andaluse, avendo il suo culmine nei concerti che sono sviluppato sotto il nome di Notti Magiche, in Andalusia, nel quadro della secolare plaza de toros.

Quando scende la notte, la splendida cornice che è il casco della villa e il suo auditorium naturale è illuminato da migliaia di candele e l’incanto della luna, la creazione di un ambiente magico, che ci ha commosso per le nostre più profonde radici.

Carrera de cintas de caballos – Fuente de Piedra
L ‘ 8 settembre.

Sempre più adolescenti e anche di più le donne che prendono parte alla gara tradizionale Nastro, Cavallo Fontana in Pietra, dichiarata di Interesse Turistico Nazionale, in Andalusia e in un unico Giro della provincia. Una tradizione che ha origini medievali ed è celebrata l ‘ 8 settembre in occasione delle feste patronali del comune villafontense. Quest’anno, per un totale di 40 cavalieri provengono da vari paesi della Antequera regione e dall’età di 12 anni, ha guidato giù per la strada principale di Fuente de Piedra per ottenere i nastri che si snodano in precedenza in bobine e sono collocati in una corda di circa tre metri da terra. Al galoppo, i piloti devono prendere questi nastri con un luccio di legno, ha spiegato l’organizzatore della gara, Diego Sanchez. Questo anno, il Consiglio comunale della città di Fuente de Piedra ha assegnato 300 euro per il vincitore, € 200 per il secondo e 180 per il terzo, più altri 200 euro per il cavaliere miglior vestito, ha spiegato l’assessore alle Feste, Chari Castillero che ha aggiunto che i cavalieri ben vestito di ingrandire l’immagine del santo patrono festività in onore della Vergine di Virtù, e che esce in processione, accompagnati da centinaia di residenti e visitatori.

La gara Nastro Cavallo trasporta più di due secoli si terrà, come la presidenza, composta da ‘Manolas, donne provenienti da persone che hanno vissuto o vivono nel villaggio, ma che restituiscono alla città regolarmente, e che da un palco ornato con scialli e si sono vestiti con mantilla, godendo di una gara come le centinaia di persone che li accompagnano.

María del Carmen Hidalgo, una vicina Fonte di Pietra e uno dei promotori di sempre la carriera di nastri di equitazione, nell’anno 1980, ex dei cavalieri partecipanti alla gara sono stati i ‘signori’ che camminava in giro con i loro cavalli per i terreni agricoli di sua proprietà. Tuttavia, a metà del decennio degli anni ‘60 scomparso in gara come questi “uomini cominciarono a perdere il loro cavalli, perché ha imposto meccanici di trasporto”.

Lontano da quel che è rimasto nell’oblio, un gruppo di amici, tra di loro María del Carmen Hidalgo, i membri della Confraternita di maria Vergine, senza essere fatto per recuperare la tradizione di questa festa. Per richiamare l’attenzione dei cavalieri villaggi circostanti, ha deciso di premiare con il denaro, che hanno sollevato con una lotteria il cui dato un manila scialle. La prima gara che si terrà dopo la sospensione nel decennio degli anni ‘60 ha quattro cavalieri, che sono stati gradualmente crescente fino a raggiungere la metà cento in alcune edizioni. Accanto a loro, sempre accompagnato la ‘Manolas’ anche allora si erano bordaban i nastri che hanno dovuto prendere i cavalieri, i quali hanno tentato di portare i colori del loro amato

Día de la música – Benamocarra
9 settembre.

Festival dichiarata di Interesse Turistico e Provinciale Award per il Progresso dell’Andalusia nel modo della Cultura, si propone di rendere omaggio all’illustre compositore locale, Eduardo Ocón. Approfittando dell’occasione, i visitatori possono vedere la casa museo dove nacque il musicista, oltre che naturalmente dalla grande quantità di angoli intimi che tenere questo villaggio che si trova a soli dieci chilometri da Vélez Málaga. La musica giorno e Giorno della Candelaria.
Nel mese di settembre, per le strade e nelle sale del comune sono soddisfatti durante l’intera giornata con spettacoli di tutti i generi musicali: l’aria marziale e sono coperti da Bande di Musica; la Chiesa di Santa Ana, in risonanza con orchestre e solisti di musica classica; sul palco di piazza del Calvario c’è una musica per i giovani e jazz: e nelle strade vagare panda de verdiales. Una gamma per tutti i gusti, che è completa per la notte, con lo spettacolo di stelle musicali del tempo, e la consegna di riconoscimenti a personaggi di spicco per il loro atteggiamento in favore del comune.
È possibile visitare il mercato medievale, negozi di tè, arabi e danze orientali, dove si possono visitare le varie bancarelle di artigianato, artigianato e case private, dove si possono osservare le usanze della sua gente e un’importante collezione di radio antiche.
Especial trabuco – Vva. del trabuco.
9 settembre.

Nell’ambito delle celebrazioni, Villanueva del Trabuco, un comune nella comarca di Nororma, celebra la Speciale “Archibugio”, una spettacolare parata in cui abitanti e turisti sfilata per il paese con originali e colorati costumi.
Nella modalità individuale e di gruppo, in coppia o in famiglia, tutti i costumi possono optare per i vari premi che vengono dati durante il giorno.
Gruppi e charangas accompagnare i gruppi di animare il percorso fino ad arrivare a Plaza del Prado, dove un’orchestra si anima la sera fino alle prime ore del mattino
Fiesta de viñeros – Moclinejo
10 settembre

Con l’ingresso di settembre, mese di vigneti e cantine, la regione di Axarquia dà i suoi frutti e Moclinejo , con la sua tradizionale Festa di Viti, rende omaggio alle sue radici e alle donne e agli uomini che lavorano nella coltivazione della vite e la produzione del vino moscato che rende questa villa.
Tutta la seconda domenica di settembre, coloro che si avvicinano a questa festa di singolare interesse, sarà in grado di prendere un tour attraverso le strade ornata nel comune di ricreare scenari tipici della tradizione vitivinicola.
Questi scenari rappresentano in vivo attività viñeras come è il pisa dell’uva, la val di sieve e tritare l’uvetta.

In questo incontro, non mancano i suoni ancestrali della verdiales che, nei loro diversi stili animato le nostre strade.
È un must da visitare il Museo di Muscat, che trasporta il visitatore a tempi antichi grazie agli oggetti di uso attività agricole di coltivazione della vite e di produzione del vino secoli fa.
Inoltre, durante la Festa, saranno offerte degustazioni di prodotti tipici, come il gazpacho, il roscos e il vino moscato in diversi punti della città, accompagnati dalla musica di artisti locali.
Data: Seconda domenica di settembre

Fiesta de Moros y cristianos – Alfarnate
10 settembre.

Seguendo la tradizione, Benalauría si celebra la prima domenica di agosto festa dei Mori e dei Cristiani, in cui i vicini di persone, ricordare, attraverso una rappresentazione delle strade, la ribellione mudéjar si è verificato in Serranía de Ronda nel XV secolo.
La rappresentazione, che corre lungo il paese, si inizia con un gioco di gelso per arrivare al borgo, saccheggia il tempio della parrocchia, rapisce il capo di santo Domingo de Guzmán. Abitanti cristiani iniziato il salvataggio, sempre a cogliere i due figli del capo militare moro (qaid), che fornisce loro un cambiamento di valuta efficace per recuperare la chiesa e il Santo.
Festival Arabe Andalusí – salares.
Dal 15 al 17 settembre

XVII FESTIVAL ARABO-ANDALUSA
Salares è un piccolo luogo dove il tempo si è fermato circa un migliaio di anni fa, nel cuore della “Sharquía” malagueña. Incastonata in una stretta gola, oscurato da una fitta e di quercia matura, si distingue come un tappeto con il bianco intenso delle sue mura.
Situato nel centro del Parco Naturale “Sierra Tejeda, Almijara e Alhama”, la loro posizione è privilegiata per l’approccio a questo spazio naturale. Qui si combina perfettamente con il paesaggio, con la popolazione civile. La migliore formazione foresta di lecci che può essere trovato in tutto il levante, da malaga sopravvive in questo ambiente, che serve come sfondo per un unico complesso urbano di chiara discendenza di al-andalus.

Organizzata dal Comune di Salares, si arriva alla QUINDICESIMA edizione, sono stati fatti in passato chiamate più che soddisfacenti risultati sia per gli organizzatori e per i partecipanti. È per questo motivo che ri-convocare in questa nuova occasione, al fine di promuovere iniziative di carattere culturale che servono per dinamizzare la regione, così come un posto di approccio alla storia di questa terra e l’incontro tra i diversi modi di comprendere la nostra esistenza.
È questo un evento con un format espositivo che è attualmente organizzata, prendendo come riferimento la cultura di al-andalus, e in somma è un esempio dell’artigianato e dell’agricoltura biologica, nell’inquadratura in aggiunta ad altre manifestazioni culturali, come la gastronomia, la musica, la poesia, la pittura, la storia, e di altre attività legate alle risorse naturali, così come i modi tradizionali di vita in questi paesaggi, nei secoli passati, in cui, senza dubbio, la dipendenza e la convivenza tra l’Uomo e la Natura è stata molto più stretti.

Concurso tradicional de verdiales – Rincón de la Victoria.
Il 16 settembre.

Il Concorso di Verdiales de Benagalbón si tiene ogni anno tra la seconda e la terza settimana di settembre; un partito che recupera doganale come il Crash di bande, di interesse musicologico, e l’espressione più antica sia il comune e la provincia di Malaga.

Piuttosto un evento, artistico, socio-culturale, in un ambiente naturale di bianco villaggio vicino al mar mediterraneo, è un privilegiato. I panda sono fatta di danze, sbandieratori, conch, piatti, chitarre, violini, voce, liuto, e bandurria (a seconda dello stile: montes, al mogia…). Una decina di panda sono “capanne” sparsi per la città, in esecuzione le loro danze della bandiera per una coppia, canta, suona e balla tutta la notte.

In concorso è di Panda, o di Collisioni (scontri o risentimenti musica mentre si procede attraverso le strade della città), di fronte alla chiesa, come il ritmo si intensifica fino a quando uno dei due panda sono lasciati alle spalle. Di solito si verificano nel pomeriggio, della durata di circa un’ora e mezza, e continua con la festa per la notte fino alle prime ore del mattino, in provincia di malaga. Colori, musica, antichi e tradizione.

Festividad de Caños Santos – Cañete la real
17 settembre.

La festa del Patrono di Cañete la Real, nostra Signora di Cañosantos, sono contrassegnati da tradizione, la cultura e la devozione religiosa. Questa grande fede che il cañeteros/come predicano la loro Vergine è stata in grado di preservare la celebrazione per secoli. È, quindi, una festa molto popolare in città e in tutta la regione.
La Festa in Onore di nostra Signora di Cañosantos si celebra ogni anno il terzo fine settimana di settembre, anche se le loro azioni cominciare, nove giorni prima, pregando il rosario dell’aurora per le strade della nostra città e che frequentano la nona. Una tradizione Culturale, religiosa e di festa che, anche se ha perso in molte altre città limitrofe, con le celebrazioni dello stesso tipo, in Cañete è conservato come nei vecchi giorni, piena di attività ricreative, culturali e religiose.
Questa è una festa molto popolare goduto da cañeteros/e delle città vicine adiacente, a cui si devono aggiungere quelli naturali Cañete, migranti, ritorno ogni anno per la loro terra, da molti luoghi in tutta la Spagna e, soprattutto, da Barcellona. Le feste di Cañete la Real che vengono organizzati ogni anno da una Confraternita il cui passato che risale a secoli prima l’annuncio e la celebrazione di queste feste.
La Confraternita di Nuestra Señora de Caños Santos, il più antico, tradizionale e numerosi fratelli e sorelle del comune, 1021 data di dicembre 2008, organizza tutti gli eventi che avranno luogo ogni anno il terzo fine settimana di settembre. La Band di Musica dà il segnale di partenza per le attività del tempo libero vacanza, al ritmo di un paso doble annuncia l’inizio dei festeggiamenti per le strade di Cañete.
Durante i tre giorni, tutti i vicini di casa e i visitatori della città, godere di tutti i campionati sportivi e spettacoli che si svolgeranno presso lo stand installato dalla Confraternita della Vergine. Uno degli eventi più attesi è quello della corona, nella notte di sabato, quando si riuniscono la maggior parte dei cañeteros/ace, per, dopo l’offerta, cantare la Salve.
L’offerta e la processione della domenica, che chiude i festeggiamenti, sono due dei momenti più emozionanti delle vacanze. La sfilata di domenica, si sviluppa attraverso le principali vie di Cañete, accompagnati dai migliori band del sistri e di altri gruppi musicali.
C’è un punto, e cioè quando la processione è davanti alle finestre del convento di clausura delle Carmelitane, e diretto lo sguardo della Vergine per le monache per salutarla.
Día de la pasa – El Borge
17 settembre.

El Borge, un paese produttore di uva passa per eccellenza celebra ogni anno il «Giorno del Passaggio», un festival incentrato sulla promozione di questo frutto di importanza vitale per la sua economia. Quel giorno, tra gli altri atti, si esibiranno in dimostrazioni di lavorazione e di trasporto in cesti sulla testa della vite.

Questa città, poco più di un migliaio di abitanti, è la promozione di questa festa in onore della passa a denominazione di origine malaga. Questo giorno raccoglie più di 10.000 persone, oltre a dare il via i sacchi di uvetta, offre anche il gazpacho, moscato vino, salumi e altri prodotti tipici della gastronomia della regione di la Axarquía, il tutto allietato con i panda de verdiales cori e la musica folk.

Durante il giorno, fanno diverse dimostrazioni di lavoro, che sono per la sua preparazione, dalla raccolta dell’uva, il trasferimento, la posa e l’asciugatura risultati, fino a quando la polpa di uva passa, di screening, di imballaggio e di pisa del moscato uva (il succo prodotto è degustati dai visitatori).

Día del boquerón Victoriano – Rincón de la victoria
Dal 22 al 24 settembre.

Rincón de la Victoria, un comune della regione di Axarquia, la seconda domenica del mese di settembre, si celebra la giornata del Boquerón Victoriano, come la chiusura della stagione turistica estiva e un omaggio alla stella di prodotti di gastronomia.
Per tre giorni, lungo la sua passeggiata, si possono gustare i piatti tipici acciughe persone da alava, così come diversi prodotti della cucina tradizionale della zona, ha incoraggiato tutti la Panda de Verdiales in comune.
Allo stesso tempo, si celebra una Competizione Culinaria, con la boquerón Victoriano come ingrediente stella, tra i giovani professionisti di cucina di malaga.

Día de la almendra – Almogía
Il 24 settembre.

In caso ci sono più di cinquanta espositori provenienti da aziende della regione con l’obiettivo di promuovere i prodotti locali e di accrescere la consapevolezza delle tradizioni che circondano la coltivazione e la lavorazione delle mandorle.
Il programma di eventi prevede degustazioni di chanfaina, il gelato alla mandorla, dolci a base di mandorle, vino moscato, ecc
Inoltre siamo In grado di godere di prestazioni di una panda de verdiales, che non poteva essere altrimenti tocco di stile al mogia.
Un altro di maggior successo di questo grande giorno è la performance del Coro Rociero Ntra. Signora dell’Assunzione, che come la panda de verdiales, passare tutto il giorno a vivacizzare i nostri visitatori con le loro canzoni.
Animazione e laboratori per bambini e messa in scena in live mestieri come il sellaio, «pleita» e le opere relative alla mandorla: descapotado, il partito, e repelado.

Noches de la Bella Jarifa – Cártama
Del 29 al 30 settembre

Nelle Notti di Bella Jarifa, ricrea le avventure e disavventure di due amanti, Abindarráez e Jarifa. La storia, che si svolge in una data imprecisata fra il 1410 e il 1424, e la cui versione scritta più antica risale al 1551, è una delle prime manifestazioni letterarie che dà dignità alla figura del musulmano.
Alla fine del mese di settembre, il centro storico del comune di Cartama, si trasforma per due giorni nel villaggio di al-andalus era un giorno, l’illuminazione con le candele, le strade che ospitano un souk medievale, con più di 100 bancarelle di prodotti artigianali, formaggi, salumi, dolci,…
In tutto questo, e in modo disinteressato, lavoro, negozi, gruppi, ristoranti e bar, decorazione di bar e terrazze, che ha reso possibile che, in pochi anni, è diventato un evento importante nella regione, con un numero di visitatori che aumenta ogni anno.
Feria del queso Artesano – Teba
Dal 30 settembre al 1 ottobre.

Ogni anno, il primo fine settimana di ottobre, Teba, nel quartiere di Guadalteba, una delle fiere di formaggi più importante per il cibo in scena nazionale.

In questo esempio, che ripropone l’immagine tradizionale del mercato del formaggio, con la partecipazione di circa 40 produttori di formaggio, artigianali di tutta la Spagna, in particolare dell’Andalusia, divenuto uno dei più importanti fiere del settore a livello nazionale, con la consegna, inoltre, uno dei più prestigiosi premi del settore, il Premio per il “Guadalteba”

Questo evento include, inoltre, la celebrazione, tra i vicini di casa del comune, di un accordo di dolci a base di formaggio e una vasta gamma di attività ricreative e culturali.